Neuropsicologia

La Neuropsicologia è un ramo della psicologia che si occupa dello studio delle funzioni cognitive ( memoria, attenzione, prassie, funzioni esecutive, linguaggio ecc) nell'uomo. Nello specifico la Neuropsicologia Clinica studia le alterazioni delle funzioni cognitive conseguenti a lesioni cerebrali o disfunzioni che possono essere focali o diffuse in varie aree del sistema nervoso centrale. Le lesioni e le disfunzioni possono essere congenite, quindi presenti dalla nascita, oppure acquisite (Esempi: trauma cranico, patologia neurodegenerativa, emorragia cerebrale, infezioni cerebrali o metaboliche ecc).   




VALUTAZIONE NEUROPSICOLOGICA 
La valutazione delle funzioni cognitive prevede un esame neuropsicologico durante il quale è previsto un colloquio per la raccolta di informazioni anamnestiche e la somministrazione di vari test neuropsicologici tesi a valutare lo stato delle funzioni cognitive esplorate. L'esito dell'esame neuropsicologico può aiutare a determinare se le difficoltà osservate o riferite, dalla persona che si è sottoposta al test o da un familiare, rientrano in un quadro fisiologico per età, sesso e scolarità oppure se indicano la presenza di un decadimento/lesione cognitiva e quindi è opportuno approfondire quanto emerso attraverso un consulto medico specialistico. A tutti nella vita potrà capitare di preoccuparsi perché ci si rende conto di dimenticare spesso informazioni rilevanti, di avere degli episodi di disorientamento temporale o spaziale, di non ricordare nomi noti o di non riuscire più a prestare attenzione o eseguire più compiti contemporaneamente, In questi e in molti altri casi è possibile richiedere un esame neuropsicologico teso a fornirci informazioni circa il nostro funzionamento cognitivo. La valutazione neuropsicologica prevede un incontro della durata variabile compresa tra un'ora e due ore massimo. Nel caso in cui il professionista valuti opportuno fare degli approfondimenti, attraverso la somministrazione di altri test e /o batterie, concorderà con il paziente un altro appuntamento. 


STIMOLAZIONE COGNITIVA
Nel caso di disfunzioni a carico delle funzioni cognitive, quali ad esempio quelle presenti nel Morbo di Alzheimer o nella Demenza Senile, è possibile attuare un intervento teso a stimolare le funzioni cognitive residue e a rallentare il decadimento delle stesse funzioni con conseguente rallentamento nella perdita della funzionalità nelle attività di base e strumentali nella vita di tutti i giorni. 
invia un messaggio
ROMA

GENZANO DI ROMA

ALBANO LAZIALE
Tel.
+39339 805 41 40

mail
info@mibrem.it

Privacy policy